Home / Itinerari in Sicilia / Archive by Category "Palermo"

Archives

Il Santuario di Santa Rosalia

santuario S Rosalia

Sul Monte Pellegrino a Palermo, a 430 metri d’altitudine,  immerso in una natura selvaggia e rigogliosa, si erge il Santuario di Santa Rosalia  la  patrona della città, fondato nel  1625. Si  narra che nel  1624,  mentre la città era flagellata dalla peste nera, un cacciatore ritrovò casualmente le sue ossa nella grotta del Monte Pellegrino dove la Santa era spirata. L’ Arcivescovo di allora Doria insieme col Senato e coi notabili della città, salito al monte raccolse le sante reliquie che furono portate in processione la prima volta il 5 giugno 1625. Al passaggio della santa l’epidemia s’attenuò e i palermitani elessero a Santuzza come compatrona della città, insieme a  San Benedetto il Moro . La facciata seicentesca del santuario è addossata alla roccia e,…

Chiesa di Santa Maria della Catena

santa maria della catena

La Chiesa di Santa Maria della Catena di Palermo è dedicata alla Madonna della Catena poiché in epoca medioevale nel luogo si trovava una piccola cappella votiva al cui prospetto era legata l’estremità di una lunga catena , che tesa fino al Castello a mare, aveva lo scopo di proteggere l’ingresso del porto commerciale  della città. La dedica alla Madonna è legata anche ad un miracolo avvenuto nel 1392, quando alcuni prigionieri condannati ingiustamente, implorarono la loro liberazione rivolgendosi all’affresco della Vergine del porto. La progettazione e l’inizio dei lavori di costruzione, si fanno risalire al centenario del miracolo (1492 ca. )  ad opera dell’architetto  Matteo Carnilivari e il completamento dell’opera avvenne  sotto la direzione del fabricator Antonio Belguardo.  Le opere di Carnilivari sono testimonianza…

Sòlanto

Sòlanto è una frazione marinara di  Santa Flavia (  comune a 15 km. da Palermo )  posta sull’omonimo promontorio. Recenti studi e rinvenimenti  archeologici hanno dimostrato che  la  originaria  città  punica di  Solunto  sorta nell’ottavo secolo a.c.   si trovava in corrispondenza dell’attuale  promontorio di Sòlanto.  Il toponimo deriverebbe dal  greco sólos («roccia ferrosa»). A seguito dell’invasione di  Dioniso I di Siracusa  il centro abitato venne distrutto e successivamente, intorno al 383 a.C.  venne ricostruito  sul  Monte Catalfano  ( promontorio che sovrasta l’attuale località di Porticello) ,  costituendo  la seconda città di Solunto, di matrice ellenistica. Dell’abitato punico rimangono oggi scarse tracce  come una necropoli  con sepolture a camera  ( semi distrutta) un quartiere   industriale con fornaci , (un probabile  tofet con resti di ossa combuste)…

Il Duomo di Monreale

Duomo di Monreale

Secondo una vecchia leggenda  ( XII sec.) Guglielmo il Buono re di Sicilia mentre era a caccia nei boschi di Monreale, per stanchezza si sarebbe  addormentato sotto un albero di carrubo e ebbe una apparizione della Madonna .  Gli rivelò  in sogno il segreto di un grande tesoro nascosto sotto l’albero e gli ordinò  di  dissotterrarlo e costruire un tempio in suo onore .  Con grandissimo stupore, il tesoro in monete d’oro fu trovato e fu ordinata la costruzione del Duomo di Monreale  . Per la realizzazione furono chiamati i piu’ grandi mosaicisti  greco bizantini del tempo   e la costruzione iniziò  nel 1174 per essere ultimata nel 1267. Nei secoli successivi il Duomo subì  alcune modifiche . Nel cinquecento fu costruito il portico nel fianco…

Il castello della Zisa

castello-della-zisa1

Il castello della Zisa, notissimo  monumento palermitano divenuto recentemente patrimonio UNESCO nel contesto del circuito arabo normanno , fu costruito dai Normanni appunto nel XII secolo  e più precisamente   da Guglielmo I D’Altavilla . La sua costruzione  durata alcuni decenni, fu terminata nel 1175  dal figlio Guglielmo II  collaborato da un folto gruppo di architetti arabi .  Lo stile arabo è assolutamente inconfondibile  anche se  gli artefici furono i sovrani Normanni .  Inizialmente il castello fu usato come residenza estiva dei re , ma nel corso dei secoli furono applicate alla struttura diverse modifiche anche perche’ la proprietà passò di mano piu’ volte . Nel trecento fu abolita l’iscrizione araba e venne realizzata una merlatura molto usata ai tempi nei manieri europei ;  nel seicento il castello divenne…

Palazzo Chiaramonte Steri

palazzo-chiaramonte11

Palazzo Chiaramonte Steri ,  immensa costruzione  su piazza Marina  a Palermo ,  fu costruito nel 1320 dalla famiglia Chiaramonte  (una delle più potenti dell’epoca)  e fu il simbolo di uno stile nuovo e originale  diffusosi  in tutta la Sicilia  detto “ Chiaramontiano” appunto.  Con la fine dell’ultimo erede della famiglia Chiaramonte , Andrea,  ucciso per decapitazione  sotto la sua residenza nel 1392,  il  palazzo diventa  fino al XVI secolo , sede dei vicerè  spagnoli  . Fu anche sede del tribunale dell’inquisizione e  proprio nei giardini antistanti  avvenivano  le decapitazioni  o  i  roghi dei condannati a morte   davanti al popolo.  Per adattarlo alla funzione di  grande penitenziario , furono aggiunti nuovi corpi  dette Carceri delle Penitenza   che si aggiunsero alle esistenti prigioni Filippine  temutissime e tristemente…

1 2 3 4